Questo sito impiega cookie come descritto nella informativa. Continuando la navigazione si esprime consenso a tale impiego

rifugio

Integrarsi giorno per giorno con la gente del posto, è la realtà che scandisce le nostre giornate sin dal nostro esordio in Valbruna nel 2007, quando abbiamo deciso di aprire e gestire, per conto della XXX Ottobre, la Casa Alpina.

A poco a poco stiamo imparando a conoscere ed apprezzare le abitudini e le tradizioni locali.

Abbiamo imparato a riconoscere le erbe spontanee come bacche, fiori e funghi che si possono utilizzare a seconda della stagione. Cogliamo con saggezza e moderazione: Tarassaco (Talla), Silene (Sclopit), Melissa, Menta, Timo, Ortica, Sambuco, Assenzio, Mirtillo, Ginepro e funghi. Li utilizziamo per preparare ottime e salutari pietanze o bevande.

La nostra cucina si ispira parecchio a questi principi ed avvalendoci sapientemente di tali prodotti e dell’esperienza e saggezza degli anziani. Riproduciamo, rivisitandole, anche antiche ricette come i "Cialzons", gli "Spetzle", i "Cnodel", gli gnocchi di susine, ma anche i minestroni, il gulasch ed il maggiormente apprezzato frico.

Abbiamo scelto uno stile di vita essenziale basato sulla salvaguardia dell’ambiente, particolare attenzione per l’inquinamento, utilizzo sensato dell’acqua, risparmio sul consumo energetico, cercando anche di non sprecare, utilizzando al meglio le risorse naturali.

Un ambiente più sano è anche più salubre per gli ospiti, di questo ne siamo convinti e ne facciamo la nostra forza anche per una maggior soddisfazione della gente.

Lavoriamo molto sull’ospitalità e sulla qualità dei cibi.

Il nostro motto è:

Un sorriso, un buono e genuino piatto caldo ed un po’ di relax per tutti.